Menu

Non tutti sono a bordo per PacificAus TVNon tutti sono a bordo per PacificAus TV

Lunedì il governo ha annunciato PacificAus TV, una nuova iniziativa da 17,1 milioni di dollari per spettacoli televisivi australiani (commerciali) che sarà disponibile gratuitamente per le nazioni del Pacifico Figi, Isole Salomone, Papua Nuova Guinea Vanuatu, Kiribati, Tuvalu e Nauru.

Tra i titoli di Seven, Nine and 10 ci saranno Neighbours, Better Homes & Gardens, Totally Wild, Border Security, 60 Minutes, House Rules, Travel Guides, This Time Next Year, The Force, The Voice, MasterChef, 800 Words, Paramedics e Lego Masters.

Ma non tutti sono entusiasti dell’idea.

Jemima Garrett, co-convoca dell’Australia Asia Pacific Media Initiative ed ex corrispondente del Pacifico per l’ABC, ha dichiarato: “Guardare ricchi bianchi rinnovare le loro case non “approfondirà la connessione” con il Pacifico o supererà la percezione che l’Australia possa essere paternalistica. Né fornirà la sicurezza alle frontiere in una regione in cui l’accesso al visto è un punto doloro.”

Ha suggerito che investire nel giornalismo di interesse pubblico e nelle coproduzioni sarebbe un modo migliore per costruire relazioni nella regione.

Dan McGarry, l’ex direttore dei media del quotidiano Vanuatu Daily Post, aveva sentimenti contrastanti.

“Gli isolani del Pacifico vogliono notizie, vogliono aggiornamenti meteo, soprattutto durante la stagione dei cicloni. Ma le differenze linguistiche e culturali rendono spettacoli come Neighbours irrilevanti per la maggior parte degli isolani. L’intrattenimento non era quello che chiedevamo (tranne The Voice – tutti lo amano),”ha scritto.

Ma altri non erano d’accordo.

“I programmi arricchiranno notevolmente i contenuti televisivi disponibili per tutti i figiani”, ha dichiarato Stanley Simpson, direttore Mai TV, Fiji. “Abbiamo ricevuto un grande mix di programmi teatrali, di intrattenimento e educativi che delizieranno e informeranno i nostri spettatori su Mai TV. Sincere grazie al governo australiano per l’iniziativa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlato